Monte Nerone passaggio a Nord Ovest

Condividi

Ancona un giro nella neve! ancora un’escursione da segnare nel calendario! Il gruppo questa volta è abbastanza numeroso, non vogliamo lasciare le signore a casa e decidiamo di fare un giro corto, visto l’orario a disposizione. Un giro che si è poi dimostrato bello ed impegnativo da un punto di vista tecnico e per la concentrazione richiesta date le condizioni!

Prendiamo il sentiero 228, il cui inizio è palese ma diverso da come indicato nella carta, il panorama sul monte Cardamagna si fa presto vedere in tutto il suo splendore, panorama che poi la nebbia ci impedirà di godere. Saliamo e avanziamo passo a passo entrando nel bosco, sappiamo che è una zona dove bisogna stare attenti per non perdere il sentiero in più non siamo pochi e c’è la nebbia. 

Danilo e Roby avanzano, io nel mezzo mi (pre)occupo di compattare il gruppo, Leo chiude la fila ci diamo una voce, siamo tutti. Ben presto ci rendiamo conto che nelle parti più profonde del versante c’è parecchio ghiaccio! quindi mettiamo la massima concentrazione nel posizionare i piedi e nel cercare il terreno più sicuro, come dice Danilo bisogna avere i piedi intelligenti.

Presto ci troviamo ad affrontare il guado del fosso del Pisciarello, il fosso in quel punto scende ripido ed è ghiacciato decidiamo così di posizionare una corda fissa, grazie a Claudio che l’aveva nello zaino. Dani salta il fosso e va avanti, come sempre da vero “Rambo” a legare la corda all’albero, Roby in modo ineccepibile gestisce la corda facendo passare uno per uno tutti i componenti del gruppo. Momenti di alta concentrazione e tensione ma belli! una vera avventurosa!

Si prosegue ancora per passaggi critici per poi finalmente arrivare ai prati del conte!Non abbiamo fatto molta strada ma la fatica c’è, anche a causa dei passaggi impegnativi, quindi gli ultimi 200m per arrivare al rifugio corsini si fanno sentire!

Ci rifocilliamo e beviamo un bel bombardino! incontriamo Massi e gli amici della Cordata, un vero piacere!

Usciamo dal rifugio e Matty, con la sua rapidità, individua subito il sentiero nella mappa gestita da OruxMaps,
le condizioni non sono migliorate, anzi il barometro ci indica un calo di pressione atmosferica quindi sappiamo, com’era previsto che va “peggiorando” imbocchiamo il sentiero 226 e cominciamo a dirigerci verso le auto e ben presto comincia a nevicare Che spettacolo!

Non manca molto, per raggiungere le macchine! gli amici sono tutti contenti, il gruppo gode di una bella armonia.
Una giornata davvero molto bella!

la strada ora è bianca e sta nevicando, ci togliamo gli scarponi, ci salutiamo e ci dirigiamo verso Pesaro