Le Balze della Porta

Condividi

Un’escursione che si potrebbe prendere come “escursione modello” dello spirito di GANA, cioè il mio ma non solo, perché vorrei ricordare che il gruppo non è composto solo da me! Certo sono la guida (quindi il responsabile) e l’organizzatore delle escursioni, ma oltre agli amici più esperti come Danilo, tutte le persone a loro modo portano il loro contributo! per esempio in questa escursione abbiamo avuto tra noi Rinaldo con il quale, e con gli altri amici, abbiamo parlato di diversi argomenti interessanti. Ho detto che potrebbe essere presa a modello perché in questo giro non è mancato nulla: l’escursione di straordinaria bellezza, siamo partiti dalla base degli impianti presso Caprile per salire attraverso il sentiero Flò la selvaggia valle del Cinisco fino in cima alle balze della porta. Non sono mancati tratti tecnici in cui si deve anche appoggiare le mani. La faggeta che abbiamo attraversato per raggiungere le appendici dell’Acuto davvero incantevole. Il ritorno lo abbiamo fatto attraverso il sentiero dei Carbonai ed il Frassati, attraversando di nuovo la maestosa faggeta. Ci siamo divertiti, abbiamo sempre riso e scherzato! Come dicevo abbiamo poi affrontato diversi argomenti interessanti, dall’abbigliamento fondamentale per l’escursionismo, all’uso di App per l’orientamento, non mi dilungo in questa sede dico solo che vanno studiate bene e che siamo noi a decidere dove andare, quali sentieri fare, e non sono le App che ci conducono, semplicemente ci sono di aiuto! Non scordiamoci che il telefono può cadere o smettere di funzionare, quindi carta e bussola sempre nello zaino! Faccio spesso l’esempio dell’avvocato che deve saper fare il suo mestiere, avendo a disposizione però il codice civile che non potrà avere tutto a memoria. Anche il discorso sull’abbigliamento è legato alla sicurezza! Non è solo mostrare il guscio Patagonia!  ma in certe condizioni avere un capo che ci consente di resistere al freddo, vento, acqua può fare la differenza! Per leggere quali sono le migliori App per l’escursionismo rimando a questo interessante articolo, così potete anche conoscere gli amici di Life in Travel.

Concludo mostrandovi come sempre le foto dell’escursione e dandovi appuntamento alle prossime uscite, scusate un’ultima cosa la vorrei dire: nell’immagine di coprertina dell’articolo siamo noi visti da lontano, la foto è stata scattata dall’amico Luca Gemi che era in esplorazione in quel versante del Monte Catria.

 

GANA