Il monte giuoco del pallone e la forra del potenza

Condividi

Sabato e domenica, un perfetto weekend di autunno! abbiamo fatto due escursioni davvero molto belle! non solo per i posti ma anche per l’armonia che il gruppo ha trovato!

Sabato mattina di buon’ora siamo partiti da Fano per arrivare a Campodonico, ci siamo messi in cammino verso il monte Giuoco del pallone! il giro è davvero bello, c’è un passaggio sulle “roccette” che mette un pizzico di pepe, le creste sono gustosissime, anche se noi non abbiamo goduto del panorama per via della nebbia, per contro però quando il cielo si apriva la vista sulle altre cime degli appennini era sempre un colpo di bellezza che accendeva gli animi! Leo ci ha suggerito alcuni passaggi inediti di straordinaria bellezza, essendo quelle le sue zone ! in particolare il rientro nella cerreta è stata davvero la cerretina sulla torta! Terminata l’escursione ci siamo fermati all’hotel Pineta a bere una sana birra! salutati gli amici alcuni di noi si sono fermati per la notte.

Dopo l’abbondante cena è emersa l’esigenza di fare due passi digestivi, approfittiamo del fatto che Giordana (lei ci ha portati in questo bellissimo posto) durante la settimana verde trascorsa con la scuola ha scoperto, grazie alle guide con cui collaborava, delle cose davvero interessanti, ci ha così proposto la camminata notturna per sentire l’allocco! è stato molto suggestivo andare fino l’abbazia di San Biagio in Caprile a sentire il verso di questi rapaci notturni, nel buio e nel silenzio totale udivamo questo suono, mi sono meravigliato di come siamo andati a colpo sicuro! un posto in cui ce ne sono davvero diversi esemplari. A dire il vero in un corso di aggiornamento AIGAE sui rapaci notturni, anche io feci la stessa esperienza, ma a metterla a frutto è stata Giordana, ovvero il Castorone! a lei i miei complimenti.

La domenica ci siamo ritrovati tutti a Pioraco, per il nostro giro alle pendici del monte Castel santa maria, l’idea era di salire in vetta, ma date le condizioni meto abbiamo preferito abbreviare, così per poter prendere la giornata con più calma. il sentiero che sale sul monte è davvero molto bello e panoramico, la continua vista su Pioraco è meravigliosa, abbiamo goduto dei colori autunnali dello scotano, gli aceri… in fine siamo passati davanti la falesia di arrampicata, dove c’erano degli amici che scalavano, tra cui il direttore della scuola La Fenice. Abbiamo chiuso l’anello attraverso il meraviglioso sentiero Li Vurgacci! la scorsa volta eravamo stati sfortunati perché era chiuso a causa del sisma del 2016 e ci era rimasta la curiosità di questo bellissimo sentiero nella gola del Potenza tra forre, pozze d’acqua e sculture mostruose! Dopo una breve visita a Pioraco ed il pranzo nel parco del paese, ci siamo avviati vero la via del ritorno facendo però una sosta a Braccano! il famoso paese dei murales!

Due giornate, bellissime! come hanno detto alcuni amici: molto intense! in effetti sembra di essere stati via diversi giorni…

Alla prossima escursione

GANA